Museo di Van Gogh costretto a ritirare la carta speciale di Pikachu: orde di scalmanati litigavano per assicurarsela

Il Museo di Van Gogh è stato costretto a ritirare la carta di Pikachu. Il motivo? Il comportamento esagitato di alcuni “appassionati”

Nel mese di settembre il Museo di Van Gogh di Amsterdam aveva fatto esplodere di gioia i fan dei Pokémon aprendo i battenti a una nuova mostra interamente dedicata ai piccoli mostriciattoli amati in tutto il mondo. Il Van Gogh Museum e The Pokémon Company hanno deciso di collaborare per questa nuova iniziativa, in programma dal 28 settembre 2023 al 7 gennaio 2024, con l’obiettivo di avvicinare e attrarre i più giovani nel celebre museo.

Museo Van Gogh Pokémon cosa succede
Museo Van Gogh, ritirata la carta di Pikachu -Credit Instagram Pokemon-Game4all.it

“Le opere di Vincent van Gogh e il mondo Pokémon hanno in comune uno speciale legame con l’arte e la cultura giapponese. Le stampe giapponesi ebbero un impatto molto profondo sull’arte di Van Gogh e sulla sua visione del mondo”. Questo recita il comunicato stampa che ha presentato la mostra, con le due parti in causa che vogliono così portare le nuove generazioni a conoscere la storia e le opere dell’artista olandese in modo tutto nuovo con una serie di installazioni e iniziative a tema.

Nell’esposizione ci sono opere raffiguranti Pikachu, Eevee, Snorlax e tanti altri Pokémon con lo stile e i tratti tipici tipici della pittura di Van Gogh. Non solo bellezza e innovazione, però. Il museo di Amsterdam si è visto costretto a prendere una decisione forte per assicurare l’incolumità dei visitatori, che però non ha reso felice la platea di spettatori.

Pokémon, il Museo di Van Gogh ritira la carta speciale di Pikachu

L’iniziativa Pokémon x Van Gogh Museum, infatti, prevedeva anche la distribuzione di una carta promozionale speciale di Pikachu intitolata “Pikachu con cappello di feltro grigio”, una versione del celebre in stile Pokémon del famoso autoritratto del pittore olandese. Ma al lancio dell’esposizione dello scorso 28 settembre, il museo è stato preso d’assalto dagli appassionati che volevano accaparrarsi la loro copia della carta.

Oltre ai fan che volevano far loro questo cimelio, anche i bagarini hanno riempito le sale dell’edificio olandese per assicurarsi una copia da poter rivendere su internet a prezzi elevatissimi. La situazione, poi, non è cambiata nei giorni a seguire con anche la sicurezza dei visitatori che è stata messa in pericolo.

Carta Pikachu Museo Van Gogh
Museo Van Gogh, ritirata la carta speciale di Pikachu -Credit Instagram vangoghmuseum -Games4All.it

E allora, per porre rimedio a questa pericolosa situazione, lo staff del museo di Van Gogh in accordo con The Pokémon Company ha preso la decisione di interrompere la distribuzione di questa speciale versione della carta di Pikachu“Recentemente, un piccolo gruppo di individui ha creato una situazione indesiderata che ci ha portato a prendere la difficile decisione di rimuovere la carta promozionale ‘Pikachu con cappello di feltro grigio’ dal museo. In questo modo, i visitatori potranno vivere questa speciale collezione di dipinti Pokémon e il resto del museo in modo sicuro e piacevole”. Questo il comunicato che ha ufficializzato la notizia.

Niente paura per gli appassionati che vogliono ancora far loro questo pezzo da collezione. In futuro sarà infatti possibile acquistarla presso i Pokémon Center di Regno Unito, Stati Uniti e Canada; oltre a essere reintrodotta presso i rivenditori partecipanti nei Paesi Bassi all’inizio del 2024.

Impostazioni privacy