Tales of Xillia, uscita in italiano: tutte le novità del gioco di ruolo [VIDEO]

Tales of Xillia, uscita in italiano: tutte le novità del gioco di ruolo [VIDEO]

Screenshot di Tales of Xillia per PS3

Se qualcuno ci avesse detto un po’ di tempo fa che Tales of Xillia avrebbe fatto, prima o poi, la sua comparsa su PlayStation 3, avremmo stentato a credergli, visto che, pur appartenendo a una saga di grande successo, puntare su un certo tipo di giochi in Europa resta pur sempre un azzardo (rischio che può spingere non poche volte a commettere degli errori madornali: pensate, per esempio, alla mancata localizzazione in italiano di Kingdom Hearts Dream Drop Distance). Eppure, l’ipotesi di un’uscita occidentale per Tales of Xillia non è più una utopia: il gioco di ruolo sarà localizzato nelle cinque lingue europee principali – inglese, francese, tedesco, spagnolo e italiano -, proprio perché Namco Bandai intende raggiungere un numero altissimo di gamer.

La conferma dell’arrivo di Tales of Xillia anche in Occidente (e in Europa, dunque) era stata data proprio da Namco a luglio:

Il recente successo riscosso da Tales of the Abyss lo scorso autunno e l’attesa uscita di Tales of Graces F e della sua esclusiva edizione europea – ha così esordito così Namco nel comunicato – ci hanno subito convinti ad adattare Tales of Xillia per il mercato occidentale‘.

Le parole erano di Olivier Comte, vicepresidente senior marketing, vendite e publishing della compagnia.

L’ultimo titolo in questa celebre serie – ha spiegato – offrirà ai giocatori un cast di personaggi inediti e un nuovo mondo, riproponendo il celebre sistema di combattimento della saga, ancora ineguagliato dagli altri giochi di ruolo giapponesi‘.

Discorso sulla quale la compagnia è ritornata questo ottobre:

I giocatori potranno scegliere Milla o Jude all’inizio della loro avventura nel mondo di Rieze Maxia – ha spiegato Namco -, dove umani e spiriti vivono insieme in armonia. Il regno di Rashugal sta portando avanti alcuni esperimenti su un potente dispositivo, risucchiando il mana dal mondo. Rendendosi conto del male che questa operazione sta infliggendo al mondo, Milla e Jude iniziano un viaggio per distruggere il dispositivo e restituire il mana alla terra. Nel corso del gioco le loro vite si intrecceranno con un gran numero di personaggi, che gli insegneranno la forza della convinzione incrollabile‘.

Tra oscurità e luce, ambientazioni in stile acquerello

Ma veniamo ai dettagli. Prima che Hideo Baba e Makoto Yoshizumi, i responsabili del progetto, intervenissero per parlarne, sapevamo poco e niente sul nuovo titolo. Un’ntervista della storica Famitsu ha messo a nudo, però, tutte le dinamiche sviluppatesi attorno al titolo, descrivendone nel dettaglio i vari punti di forza.

È visibile sin da ora – hanno spiegato i due responsabili – un netto contrasto fra luce e oscurità all’interno delle immagini e del trailer: precedentemente in Tales of Vesperia tutto era incredibilmente colorato e luminoso; con Xillia vorremmo dare ai giocatori la sensazione di essere realmente all’interno dei luoghi mostrati creando un’atmosfera più matura‘.

L’ambientazione promette bene, anche perché – ha aggiunto Makoto Yoshizumi – gli scenari saranno realizzati in stile acquerello. Tutti gli sviluppatori sono concordi nel dire che la serie è ben riuscita, ma che non bisogna adagiarsi sugli allori, evitando di ripetere alcuni errori fatti in passato:

Con l’originale Tales of Phantasia, rilasciato quindici anni fa, ottenemmo ottime recensioni presso la critica, ma una dose di vendite inferiori alle aspettative: stiamo ora cercando di evitare tutti gli errori che abbiamo commesso con i giochi precedenti‘.

Trama coinvolgente e personaggi di spessore
I character design ingaggiati per l’occasione lavoreranno in coppia e sono stati fortemente voluti da tutti: si tratta di Yosuke Fujishima e Mutsumi Inomata, i quali hanno dato vita ai due protagonisti dell’avventura, Judo e Mira/Milla. Entrambi vivranno storie completamente diverse all’inizio, trame che si intrecceranno successivamente e che spingeranno i due, un ragazzo e una ragazza, a unirsi. Il primo è Jude Mathis, uno studente di medicina della capitale; la seconda, Milla Maxwell, donna misteriosa accompagnata da quattro spiriti invisibili.

La loro avventura sarà ambientata nel regno di Rashugal, che ha intenzione di assorbire tutto il mana del mondo, per utilizzarlo a proprio piacimento e dominare incontrastato su tutto il resto dei regni. Essendo venuti a conoscenza degli obiettivi del governo, Milla e Jude faranno di tutto per contrastarlo, non senza cercare l’aiuto di quei personaggi che entreranno a far parte del team in un secondo momento.

Longevità assicurata
L’RPG di Namco Bandai offrirà non soltanto una grafica e una storia che ci hanno convinto con la pubblicazione sempre più insistente di video e trailer ufficiali, ma anche ben cinquanta ore di gioco. La notizia arriva dalle pagine di Otona Fami, rivale storica – e molto più adult – della fortunatissima Famitsu, dove l’autore dell’articolo ha messo in evidenza la longevità del titolo; se a tutto aggiungete che per completare il gioco al cento per cento saranno necessarie oltre cento ore, capirete benissimo quanto fortunati siano stati coloro che hanno potuto già acquistarlo.

Combattimenti indimenticabili
Buone notizie anche dal fronte ‘combattimenti’: il sistema Linear Motion Battle System, tipico della serie Tales of, permetterà scontri a metà strada fra tempo reale e turni con la possibilità di far attaccare in maniera combinata i vari personaggi, grazie al Link Arts System: quest’ultimo consentirà di collegare le tecniche dei personaggi presenti nel campo di battaglia, al fine di ottenere una combo devastante. Attraverso degli indicatori orizzontali, saremo in grado di capire quando verrà sferrato l’attacco: i personaggi di supporto attaccheranno assieme al leader, fino a quando le barre orizzontali non si riempiranno, permettendo, quindi, la realizzazione della mossa speciale. Ma vediamo come hanno spiegato tutto ciò gli sviluppatori a Famitsu:

I GDR, se estremizzati, sono un modo per raccontare una storia intervallandola a combattimenti ed esplorazione. Non si può quindi pensare che una delle parti possa diventare noiosa: in Tales of Xillia, è possibile combattere con un solo personaggio sotto il controllo del giocatore, ma questi è collegato ad altri all’interno del party che rendono così le battaglie strategicamente più ampie‘.

In altri termini:

Quando si attiva la Link mode, il personaggio sotto il controllo del giocatore diventa il “master” ed è connesso al partner tramite una luce. Durante quel lasso di tempo, il vostro partner attaccherà il nemico, vi proteggerà dagli attacchi e così via‘.

Questo gioco, che ha fatto superare a Namco Bandai le 740mila unità vendute, soddisfacendo senza ombra di dubbio tutti i fan della compagnia, dovrà essere vostro.

1235

Segui Games4all

Mar 06/11/2012 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici